Pensieri randagi

Le luci avvolgono i pensieri della notte
che randagi rovistano fra i ricordi
soffermandosi in un angolo della mente.

Spariscono al brillare del nuovo giorno
che senza fretta il tramonto aspetta
cedendo il collo alla falce della luna.

© Freawaru

Ringrazio commossa il multiblog Lanostracommedia, per aver scelto “Pensieri randagi” come miglior brano della settimana 10 – 14 febbraio 2014

Ringrazio commossa il salotto letterario Lamenteeilcuore, per aver scelto “Pensieri randagi” come miglior brano della settimana 10 – 15 febbraio 2014

La motivazione di mettere in evidenza il brano selezionato:
Questa settimana l’attenzione della nostra redazione va ad una breve poesia che in due terzine raccoglie la libertà della mente di vagare attraverso la poesia dei sogni.
Quella dolcezza effimera e pura come la brezza della vita che trasporta la sensibilità dell’anima oltre le porte della notte.
Eccoli allora questi pensieri, immaginati come animali randagi che rovistano tra i ricordi del nostro passato, soffermandosi su quelle visioni positive che tutt’oggi ci fanno sorridere, oltre il bivio di una saggezza che custodisce il viaggio del nostro domani.
E proprio come sono venuti, nella fretta di una realtà che sembra rubare il tempo ai giorni, magicamente sfumano fra le prime luci dell’alba, alle porte di un giorno che attende la sera, rincorrendo sensazioni strette a pagine di serena malinconia.
Pochi versi intessuti di quella freschezza emotiva che scalda il cuore nei percorsi della vita.
Complimenti alla nostra autrice Freawaru.
Annunci

10 thoughts on “Pensieri randagi

  1. La notte è il momento dei ricordi nascosti nei meandri della nostra mente e svaniscono alle prime luci del giorno….stupendi versi soprattutto gli ultimi due versi originali particolari e molto significativi

  2. Bellissima…
    I pensieri della notte hanno il buio tra i denti. Ma tu spalanchi la tua bocca per assaporare l’alba.

    Sono contenta che tu possa respirare l’Immenso…
    Un bacio grande

  3. Bellissimi versi che rispecchiano la nostra realtà!
    Infatti appena appoggio la testa sul cuscino per cercare di prendere sonno i ricordi si affollano per venire a galla ,alcune volte sono ricordi piacevoli altre invece sono quelli che mi fanno addormentare piangendo.
    Un abbraccio
    liù

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...